Arrestato slovacco a Manfredonia per truffa e mancato pagamento alimenti

La polizia di Manfredonia (FG) ha tratto in arresto Sabato mattina, a seguito di elaborate e complesse indagini svolte in collaborazione con il Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia del Ministero dell’Interno, un cittadino slovacco di 36 anni, Danielcak Frantisek, residente a Vieste e colpito da un mandato di arresto europeo di un tribunale slovacco, che lo ha condannato a 5 anni per il reato di truffa e il mancato pagamento degli alimenti.

Dopo la segnalazione dell’Ufficio del Ministero, che genericamente richiedeva il rintraccio della persona, altresì riferendo genericamente il luogo della sua dimora, gli agenti di polizia hanno effettuato accertamenti sul territorio segnalato e sono riusciti a rintracciare il ricercato presso il suo luogo di lavoro a Vieste.

Accompagnato in Commissariato, l’uomo, che parla fluentemente l’italiano, è stato condotto nella casa circondariale di Foggia, a disposizione dell’Autorità giudiziaria competente, dopo averlo informato della possibilità di acconsentire alla sua consegna all’Autorità Giudiziaria della Slovacchia, alla quale dovrebbe essere dato in custodia per l’espiazione della pena in Patria.

«L’arresto è stato effettuato in seguito al nuovo mandato d’arresto europeo, con il quale i criminali condannati e i presunti malviventi accusati di un reato grave in uno degli Stati membri dell’Unione Europea non hanno più la possibilità di rifugiarsi in un altro Stato, mentre i Tribunali sono impegnati in lunghe e, talvolta, infruttuose procedure di estradizione», spiega una nota del Commissariato di P.S. di Manfredonia. «Grazie ad esso infatti, un indiziato ricercato in uno Stato, ma trattenuto in una qualsiasi parte dell’UE, viene riportato, velocemente e senza intoppi burocratici, nello Stato in cui è stato commesso il presunto crimine, per essere processato. L’applicazione del mandato d’arresto europeo è un importante passo in avanti verso la cooperazione giudiziaria all’interno dell’UE poiché indica l’avvio di una nuova linea d’azione fra gli Stati membri, basata sulla reciproca fiducia», conclude la nota.

(articolo concesso dalla testata Manfredonia.net
dal caporedattore Anna Castigliego)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.