Presentati al Governo i risultati dei programmi per le comunità rom in Slovacchia

I risultati di un programma chiamato ETP Slovensko – Centro per lo Sviluppo Sostenibile, che ha come scopo l’inclusione sociale delle comunità rom in Slovacchia orientale e centrale, sono stati presentati al Governo ieri, in particolare al Vicepremier per le minoranze e i diritti dell’uomo, Rudolf Chmel, e al Sottosegretario del Ministero del Lavoro, Affari Sociali e Famiglia Lucia Nicholsonova, oltre a parlamentari, rappresentanti delle organizzazioni rom e Sindaci di città e villaggi dove le comunità rom vivono.

Il Primo Ministro Iveta Radicova ha dato il benvenuto ai partecipanti, sottolineando che ogni persona che vive in Slovacchia ha il diritto di vivere una vita dignitosa, anche se in Slovacchia l’atteggiamento della maggioranza verso la minoranza rom è peggiorato. I progetti presentati sono finalizzati all’educazione dei bambini e adulti rom, migliorando i loro alloggi e le conoscenze sanitarie di base, soprattutto tra le giovani madri.

Ci sono circa 15.000 abitazioni in insediamenti rom in Slovacchia che presentano condizioni inadeguate, e solo una piccola parte del problema è stato finora risolto. Uno dei progetti di maggior successo è stato fornire microcrediti per gli alloggi a persone rom per un periodo di quattro anni. I prestiti hanno ottenuto un forte interesse, e chi li ha ricevuti si è dimostrato in grado di ripagarli, dopo aver usato il denaro per mantenere e migliorare le loro case.

Risultati soddisfacenti sono stati riscontrati anche nel settore dell’istruzione prescolastica, delle attività del doposcuola e in corsi di base su gestione finanziaria o educazione anti-droga.

(Fonte TASR)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.