Dzurinda: l’UE deve inviare messaggio forte a Lukashenko, ma incoraggiante per i cittadini

L’Unione Europea deve inviare un messaggio forte al regime del Presidente bielorusso Alexander Lukashenko, ha affermato il Ministro degli Esteri Mikulas Dzurinda durante un viaggio che lo ha visto ieri a Helsinki. Dzurinda commentava la recente violenta repressione delle proteste in Bielorussia seguite alle elezioni presidenziali di Dicembre, che ha portato agli arresti in massa di manifestanti anti-governativi a Minsk. I Ministri degli Esteri degli Stati membri dell’Unione Europea si dovranno incontrare a Bruxelles il 31 Gennaio per decidere su eventuali sanzioni contro la Bielorussia.

Questo è stato uno degli argomenti più importanti che Dzurinda ha discusso in Finlandia con il suo omologo Alexander Stubb. Secondo il Ministro slovacco, l’Unione dovrebbe però allo stesso tempo inviare un messaggio che sia di apertura e disponibilità per i cittadini, le ONG, le organizzazioni civiche e gli attivisti perseguitati in Bielorussia.

Tra le altre cose, i colloqui dei due diplomatici a Helsinki hanno riguardato le questioni europee, con una visione comune sull’importanza di un ulteriore allargamento dell’UE, e i rapporti di cooperazione bilaterale tra i due Paesi, per la quale Dzurinda ha detto che la Slovacchia avrebbe da imparare dalla Finlandia in particolare nei campi dell’istruzione e della ricerca applicata. La Slovacchia, ha detto Dzurinda, ospiterà a Marzo una conferenza internazionale per la ricerca di nuove soluzioni nel sistema di formazione, per cui ha inoltrato, attraverso il suo omologo Stubb, l’invito al Ministro dell’Istruzione finlandese Hanna Virkkunenak a partecipare. Dzurinda ha anche avuto un colloquio con il Presidente del Parlamento finlandese Sauli Niinisto.

(Fonte Ministero degli Esteri)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*