Spisiak: solo multe salate possono costringere al rispetto del Codice della Strada

La minaccia di pesanti sanzioni è l’unico modo per far sì che i conducenti rispettino le regole della strada, ha affermato ieri il presidente del Corpo di Polizia Jaroslav Spisiak in una conferenza stampa, e ritiene che le statistiche lo dimostrino. Nel corso del 2010 sono rimaste uccise in Slovacchia 345 persone in incidenti stradali, ha detto, quasi una al giorno. «È una tragedia dover ammettere una tale cifra», ha constatato. Più che i poliziotti, sono gli automobilisti i veri responsabili di questo stato di cose, e alla Polizia è ora stato affidato il compito di migliorare la situazione, facendo rispettare la legge, anche con l’applicazione di sanzioni. «Solo di fronte alle ammende i conducenti rispettano maggiormente le norme di circolazione», ha detto Spisiak.

Annunciando dunque un forte inasprimento dei controlli, Spisiak ha annunciato che l’unico modo per evitare le multe sarà il rispetto della legge. Chi trasgredisce, paga. E questo finchè non farà i suoi conti e deciderà che non ne vale la pena, ha detto.

Il capo della Polizia si è detto certo che le nuove misure, “mirate” funzioneranno. «Ci concentreremo sui neopatentati, che potranno perdere la patente non appena violano le regole. Questo servirà a far loro sapere che la Polizia è là fuori per impedire loro di trasgredire», ha detto, e forse «la Polizia gli salverà la vita evitando loro di provocare la morte di persone innocenti», ha concluso.

Il nuovo piano di sanzioni, da noi pubblicato ieri con una lista delle infrazioni più comuni, così come l’annuncio della scorsa settimana di voler schierare sulle strade slovacche ben 1.700 poliziotti che ora stavano alla scrivania, non lascia dubbi che ci sia davvero l‘intenzione di dare una forte stretta alla circolazione stradale. Il che probabilmente porterà benefici ai numeri di vittime citati da Spisiak, rendendo la vita un pochino più complicata a chi deve ogni giorno guidare nel traffico slovacco, e di certo porterà benefici alle casse dello Stato, considerando il sistema “meritocratico” che sarà introdotto dalla riforma organizzativa della Polizia. Seppure la riforma dovrebbe prendere in esame per prima cosa la valutazione del decremento di incidenti nelle zone di competenza dei vari dipartimenti, e a parole non dovrebbe valutare come indice positivo il valore delle multe comminate, è chiaro che le multe verranno comunque applicate con una maggiore severità, perlomeno in un’ottica di prevenzione.

(Fonte TASR, La Redazione)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google