Il Ministro dei Trasporti preoccupato per i ritardi nel PPP della D1

Secondo il Ministro dei Trasporti Lubomir Vazny l’esitazione della Commissione Europea nel finanziamento del primo pacchetto PPP dell’autostrada D1 sta causando perdita di tempo alla Slovacchia, impedendo al Paese di combattere la crisi economica in modo efficace. Il Ministero attende la conferma del finanziamento da parte della Banca Europea degli Investimenti (BEI) di 1 miliardo di euro su 4 miliardi totali di spesa, mentre la Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo (BERS) si è impegnata per 250 milioni di euro. Gli esami della Commissione, a seguito di numerose denunce di varie organizzazioni non governative, hanno causato una nuova richiesta di documentazione più dettagliata sull’impatto ambientale dell’autostrada nel tratto Turany-Hubova(regione di Zilina), senza la quale molto difficilmente la Commissione darà la sua approvazione al progetto. Passata inutilmente la data del 28 Maggio scorso per la chiusura finanziaria del progetto, la nuova (e provvisoria) scadenza concordata la scorsa settimana con la Commissione Europea è Venerdì 11 Giugno, il giorno prima delle elezioni generali, ma oggi pare molto difficile possa essere rispettata. Vazny ha espresso tutto il suo disappunto, ammonendo che „È un processo senza fine. (..) Questo potrebbe anche significare che il progetto non arrivi a conclusione.“

(Fonte TASR, a cura di Pierluigi Solieri)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.