Coalizione: unificare le leggi elettorali e ripristinare più collegi. Opposizione: parliamone

Nella seduta del Consiglio di Coalizione di Martedì, il quartetto di partiti di centrodestra ha raggiunto un accordo sulla modifica delle norme elettorali in Slovacchia, puntando ad una unificazione delle leggi elettorali, per applicare identici termini e meccanismi di supervisione per tutti e cinque i tipi di elezioni: politiche, presidenziali, comunali, europee e regionali.

«Non ci saranno limiti finanziari per i partiti politici durante la campagna elettorale, ma saranno fatti controlli piuttosto severi su quanto denaro è stato speso e come. Abbiamo anche raggiunto un accordo su una moratoria identico per tutte le elezioni, e sulla cancellazione della sovvenzione ai partiti politici, che va di pari passo con il mandato dei deputati», aveva detto il Primo Ministro Iveta Radicova (SDKU-DS) alla fine della riunione. Attualmente, viene versata una sovvenzione ai partiti che riescono a entrare in Parlamento in base al numero dei deputati. La Radicova ha aggiunto che sarà utile e necessario, però, raggiungere un accordo su questo con l’opposizione, in quanto la Coalizione non è in grado di farlo da sola, non avendo abbastanza voti in Parlamento.

Inoltre, la Coalizione vuole istituire un comitato permanente elettorale centrale che combatta la compravendita dei voti, punendo questa pratica a livello penale. L’introduzione del voto on-line via internet, un punto espresso sui programmi elettorali di tutti i partiti della Coalizione, sarà invece realizzata attraverso una legge ad hoc.

Tra i cambiamenti che la Coalizione ha in animo di fare, è dare più voce alle circoscrizioni “periferiche”, dato che l’attuale sistema delle elezioni politiche a rappresentanza proporzionale privilegia i parlamentari eletti nella Regione di Bratislava, che sono un terzo del totale. Questo sistema è stato adottato dal Governo dell’ex Primo Ministro Vladimir Meciar nel 1998. Secondo il quotidiano Sme non è necessario cambiare la Costituzione (e dunque avere una maggioranza qualificata di 90 voti, per cui necessita l’accordo con l’opposizione) per dividere la Slovacchia in circoscrizioni. La cosa, secondo il giornale, si può fare con una proposta legislativa ordinaria e il voto di 76 deputati (la maggioranza semplice).  Nel 2002, il 37% dei deputati della Slovacchia sono stati eletti a Bratislava, e attualmente siedono in Parlamento il 35,3% di deputati (53 su 150) eletti nella regione della capitale.

Rappresentanti di Smer-SD hanno fatto sapere che in linea di principio possono essere d’accordo con l’iniziativa di unificare la legislazione elettorale, e sono pronti a parlarne, anche se prima se ne dovrà discutere a livello di partito. La deputata Smer Jana Lassakova, della Commisione Affari Costituzionali, pensa che però i versamenti ai partiti politici vadano bene come sono oggi, basati sul numero dei seggi.

Il vice-presidente Rafael Rafaj di SNS ha detto invece di non potere immaginare un regime unificato per tutte le elezioni, anche se il suo partito parteciperà comunque alla discussione. Anche Rafaj è contro la modifica del sistema di sussidio per deputato.

I commentatori politici sono d’accordo con l‘iniziativa della Coalizione di unificazione delle leggi elettorali, specificando che è necessario rimediare all’emendamento, approvato espressamente per le elezioni del 1998, che ha portato la Slovacchia ad essere un unico grande collegio elettorale, come ha detto Grigorij Meseznikov del think-tank IVO. Prima di allora, la Slovacchia era composta da quattro circoscrizioni, il che garantiva una rappresentanza in Parlamento più regionale, ha detto Meseznikov, evitando l’attuale preponderanza di Bratislava.

(Fonte TASR)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google