Dzurinda incontra Benedetto XVI e lo invita ufficialmente a visitare la Slovacchia nel 2013

Visita di due giorni del Ministro degli Esteri slovacco Mikulas Dzurinda a Roma, presso la Santa Sede, dove il Ministro ha incontrato personalmente ieri Papa Benedetto XVI alla fine dell’udienza generale in Vaticano, nell’Aula Paolo VI. Nel colloquio con il capo della Chiesa cattolica, Dzurinda ha menzionato il recente 10° anniversario della firma e ratifica del Concordato tra la Slovacchia e il Vaticano, avvenuta durante il primo dei Governi da lui presieduti (1998-2002), Trattato che è stato integrato in seguito con altre due clausole per i servizi religiosi cattolici nelle Forze armate e nei corpi armati, e per l’educazione cattolica. Dzurinda ha confermato l’interesse del presente Governo slovacco di sviluppare in modo ulteriore le relazioni bilaterali con la Santa Sede e la cooperazione tra Stato e Chiesa. Al termine dell’incontro, il Ministro ha consegnato al Santo Padre l’invito ufficiale del Presidente Gasparovic per una visita apostolica del Papa in Slovacchia, ed ha espresso la convinzione di poterlo accogliere nel Paese durante le celebrazioni del 1150° anniversario dell’arrivo di San Cirillo e Metodio nel territorio slovacco, che si terranno nel 2013.

Martedì 11 Gennaio, Dzurinda aveva incontrato il Segretario della Santa Sede per i Rapporti con gli Stati Mons. Dominique Mamberti, al quale il Ministro ha anche riferito delle misure adottate e previste dal Governo sulla situazione dei finanziamenti statali alle scuole private e scuole religiose, e sullo stato delle organizzazioni, private e pubbliche, che forniscono servizi sociali nel Paese. Insieme, Dzurinda e Mamberti hanno anche discusso di attuali questioni di politica europea e internazionale, come l’attuazione del Trattato di Lisbona nel dialogo tra l’UE e le Chiese, Balcani occidentali, pace in Medio Oriente, e tutela della libertà religiosa e delle comunità religiose. Altri due accordi, sull’obiezione di coscienza e sul finanziamento delle Chiese, sono in attesa di essere inseriti nel Concordato. L’obiezione di coscienza è stato il motivo per cui il secondo Governo di Mikulas Dzurinda (2002-2006) è caduto, a pochi mesi dalla sua scadenza naturale.

Dzurinda aveva annunciato già nell’Agosto scorso l’intenzione di invitare il Papa in Slovacchia, in un colloquio con il Nunzio apostolico Mons. Mario Giordana. Benedetto XVI, eletto 265mo Papa nel 2005, non ha ancora visitato la Slovacchia; è stato invece nella vicina Repubblica Ceca nel Settembre 2009, dove sono confluiti anche migliaia di fedeli slovacchi, e tre anni prima aveva visitato la Polonia. Il suo predecessore, Giovanni Paolo II, fece l’ultima visita (la sua terza) in Slovacchia nel Settembre 2003, quando ha officiato una Santa Messa nella zona di Bratislava-Petrzalka, partecipata da circa 200.000 fedeli.

(La Redazione, Ministero Affari Esteri)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google