Una mostra “Unica” presenta tutte le facce di Trieste

Il 29 Dicembre scorso ho visitato un’interessante mostra fotografica nel corso della sua inaugurazione a Trieste: “Unica: voci e colori di un paesaggio”, un omaggio alle diverse unicità di Trieste, patrocinata dalla Provincia, dalla Fondazione CRT e da vari altri comitati cittadini. La mostra è stata allestita nei locali ben ristrutturati del Molo IV: le fotografie sono state sistemate nelle stanze che contornano il salone principale, mentre quest’ultimo ospitava grandi cubi bianchi, sulle cui facce erano esposte delle gigantografie di personaggi triestini ed alcune loro frasi celebranti Trieste, anche tradotte in inglese ed in sloveno.

Molti i nomi dei fotografi affermati: Marco Covi, Neva Gasparo, Andrea Lasorte, Marino Sterle, Gabriele Crozzoli ed altri non meno bravi che non menziono per brevità. Le opere riguardano la città di Trieste ed il suo Porto, il Carso ed anche un po’ di storia. «È una sorta di viaggio intenso», ha detto la presidente della Provincia Maria Teresa Bassa Poropat aprendo la rassegna, «nel quale i grandi eventi storici e le nuove emergenze della contemporaneità si intrecciano con il quotidiano, il lavoro, la ruralità e l’imprenditorialità familiare. Sullo sfondo un ambiente senza paragoni: il carsismo con le doline, i corsi d’acqua sotterranei, le grotte e le falesie, una flora e una fauna diversificata». Filo conduttore gli elementi caratterizzanti il territorio: il vento, la terra ferrosa, l’acqua salmastra del golfo o quella nascosta del Carso.

Ho potuto ammirare immagini notevoli per qualità, stile e personalità, quali quelle in bianco e nero di Koren, Neva Gasparo, Ferrari e Marino Cetis, le foto aeree di Gabriele Crozzoli, quelle riprese da Ugo Borsatti sulle Rive durante le mareggiate e nevicate del 1957-1958. Ho particolarmente apprezzato Marco Covi, che ha esposto foto di architettura del (nostro) porto, ed aeree del territorio, dimostrando una volta di più intelligenza, stile e amore per i particolari. Notevoli le immagini dei personaggi ritratti nelle gigantografie (Andrea Illy, Margherita Hack, Paolo Rumiz, Claudio Magris, Nicoletta Costa,Carlo Alessandro della Torre e Tasso, Ottavio Missoni, e tanti altri): foto piene e intense, tutte scattate con la medesima tecnica e posa. Un po’ stonate nel contesto generale alcune immagini per lo più senza senso e storia, composte male, sfocate, grigie… dilettantistiche direi, a firma Claudio Ernè, un attempato cronista locale che in passato ha dato di più alla fotografia.

Un bell’evento, organizzato dalla Provincia di Trieste, raro per questa città, di non semplice attuazione per l’aver messo insieme un tale numero di talenti.

(FFW)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google