La ristrutturazione potrebbe essere la risposta ai problemi delle aziende

In tempi di crisi economica le aziende si trovano spesso oberate dai debiti, i creditori rincorrono i pagamenti ma la situazione ne rende difficile l’incasso, nonostante le attività siano molto promettenti. In questi casi, la ristrutturazione potrebbe essere la soluzione ai problemi dell’azienda. La Slovacchia ha infatti una legislazione molto simile all’articolo 11 statunitense, secondo il quale un’azienda può richiedere al Tribunale la protezione dai suoi creditori ed ottenere così la possibilità di ristrutturarsi per il futuro.

Questa è un’opportunità a disposizione di tutte le aziende sane che hanno buone prospettive di sopravvivenza nel futuro e che possono provare la sostenibilità dei propri obblighi durante le operazioni di ristrutturazione, un periodo che è in media di sei mesi. Durante la ristrutturazione, i creditori non protetti della società, in Europa, hanno il divieto di agire contro la società per ogni debito esistente prima dell’avviamento della ristrutturazione. Per esempio, se un fornitore non è stato pagato, tale fornitore non potrà trattenere i beni da fornire alla società fino a che questa onora il suo piano di ristrutturazione. È un dato di fatto che i fornitori sono obbligati a rispettare i termini contrattuali che hanno con l’azienda. Per quanto riguarda i debiti esistenti prima della ristrutturazione, è normale attendersi che la maggior parte (se non protetta) sia compromessa. La riduzione dei vecchi debiti può raggiungere infatti anche l’80%. Il restante “vecchio debito” può essere pagato nel tempo, raggiungendo un concordato coi creditori. Per raggiungere questo risultato è necessario che l’azienda presenti ai suoi creditori un piano di ristrutturazione che li convinca ad accettarlo, è necessario infatti che sia sottoscritto dalla maggioranza dei creditori.

Procedura

Una società, per beneficiare della protezione approvata dal tribunale, deve essere insolvente, ovvero deve dimostrare che non può coprire i suoi obblighi in scadenza. Deve inoltre dimostrare di essere vitale, ovvero di disporre di sufficiente cashflow durante il periodo di ristrutturazione. Se l’azienda viene valutata come accettabile, è necessario fare una richiesta vincolante. Questo è un processo delicato, che va realizzato con la massima precisione e sotto la guida scrupolosa di consulenti qualificati.

La protezione dai creditori inizia praticamente subito dopo la presentazione della richiesta. Ogni azione nei confronti della società è immediatamente sospesa, compresi i decreti ingiuntivi. Se la ristrutturazione è approvata dal tribunale, la società inizia immediatamente il suo tentativo di ristrutturazione, che culmina con l’accettazione/rifiuto del piano da parte dei creditori. Anche questo è un processo complesso, che va coordinato da esperti per massimizzare le chance di successo e minimizzare le somme da versare. Se la ristrutturazione fallisce, perché ad esempio i creditori non accettano il piano, la società è messa immediatamente in bancarotta.

Rischi

Ci sono anche rischi, quale ad esempio la reazione di clienti e fornitori. La ristrutturazione è pubblica, e se una società è di alto profilo la notizia potrebbe essere pubblicata anche dai media, i clienti potrebbero perdere fiducia nella società e smettere di acquistare i suoi prodotti. I fornitori, specialmente quelli nuovi, potrebbero diffidare della società e richiedere condizioni economiche onerose. I fornitori esistenti potrebbero compiere azioni, illegali, contro l’azienda, dalla quale difendersi a scapito della ristrutturazione in corso. Vista la combinazione di tutti questi fattori, la società potrebbe riscontrare vendite inferiori alle previsioni oppure un aumento dei costi operativi che potrebbero condurre ad una bancarotta forzata dai creditori o dal tribunale.

Si rende dunque necessario un consulente professionista per coordinare tutte le fasi della ristrutturazione, ed aiutare la società a gestire tutti i rischi.

Ristrutturazione informale

Se una società è ad elevato rischio, potrebbe scegliere di intraprendere la cosiddetta ristrutturazione informale, che è simile a quella ufficiale ma, a differenza, la società non richiede la protezione dai creditori al tribunale. Questo processo è confidenziale, e la società negozia il suo debito direttamente coi creditori. Anche qui si consiglia l’ausilio di un consulente esperto per aiutare la società nel processo di negoziazione e raggiungere un buon compromesso. Anche in questo caso si possono riscontrare delle buone riduzioni del debito.

Una consulenza qualificata

Fino ad ora le ristrutturazioni erano dominio degli studi legali, ma in sostanza la ristrutturazione è una necessità delle aziende, un tema molto complesso e delicato, con molti rischi, ed è sentita la necessità di servirsi di consulenti preparati in grado di assistere le aziende in tutte le fasi della ristrutturazione. Slovakia Group s.r.o. è partner di una delle aziende leader del campo, la Debt Reduction Solutions s.r.o. (DRS). Forte di questa alleanza, Slovakia Group può offrire questo servizio alle aziende di capitale italiano che operano in Slovacchia. DRS è stata pioniere di un approccio basato sui risultati, basato su ‘success fee’.

DRS prenderà la pratica in mano dall’inizio alla fine, guidando la società lungo il processo, liberandola da questo pensiero per lasciarla lavorare. Sarà DRS a coinvolgere tutte quelle figure necessarie per ottenere un risultato di successo nella ristrutturazione, scelte dal suo pool di partners, quali commercialisti, avvocati, fiduciari. Inoltre, DRS può intervenire anche nella ricerca di capitale e equity investor in caso di necessità. E, soprattutto, DRS presenterà la sua parcella solo se si otterranno risultati, offrendo un approccio unico, senza rischi per la società. DRS studierà attentamente il caso e consiglierà gratuitamente alla società le azioni da intraprendere.

Concludendo, se la vostra società si trova in difficoltà finanziarie, la bancarotta è veramente l’ultima spiaggia. Per una consulenza gratuita contattare Slovakia Group all’indirizzo email luciano.rossi@slovakiagroup.com.

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

ARCHIVIO

pubblicità google