Dzurinda: legge cittadinanza ungherese non ci preoccupa

La Slovacchia non deve preoccuparsi di cose che non rappresentano alcuna minaccia per il Paese, ha detto il Ministro degli Esteri slovacco Mikulas Dzurinda (SDKU-DS) a Tasr, commentando il provvedimento dell’Ungheria che offre il diritto di voto alle elezioni ungheresi ai cittadini ungheresi che vivono all’estero. «Prima o poi prevarrà la ragione e la positività […]. Non dobbiamo aver paura di un paio di spade di legno, perché si rompono subito», ha detto Dzurinda. Secondo lui non vi è un motivo razionale per cui i cittadini di uno Stato eleggano gli organi costituzionali di un altro. «Se mostriamo intellingenza e non reagiamo, coloro che promuovono queste cose ridicole si imbarazzeranno da soli», ha detto Dzurinda.

La Slovacchia non rispetterà la normativa sulla cittadinanza di un altro Paese, se questa è in contrasto con le relazioni di buon vicinato, ha detto Dzurinda sulla legislazione dello Stato ungherese sulla cosiddetta doppia cittadinanza, «che è evidentemente in contrasto con i principi del diritto internazionale», ha dichiarato.

Al momento, le autorità slovacche non hanno ricevuto domande da cittadini slovacchi per la cittadinanza di un altro Paese, in quanto la normativa ungherese, pur approvata la scorsa estate, è in vigore appena dal 1° Gennaio di quest’anno. Una legge adottata dal Parlamento slovacco quale risposta alle misure adottate dall’Ungheria prevede che i cittadini slovacchi potranno perdere auto, automaticamente la loro cittadinanza slovacca in due casi: se decidono volontariamente di rinunciarvi o se fanno richiesta della cittadinanza di un altro Paese.

Al momento non è perfettamente chiaro se chi, residente all’estero, acquisisce la cittadinanza ungherese possa votare nelle elezioni ungheresi. La questione dovrebbe essere chiarita con l’adozione di una nuova Costituzione ungherese nel mese di Aprile.

Nel frattempo, proprio su questo tema si deve registrare la provocazione del leader del partito extraparlamentare di etnia ungherese SMK, Jozsef Berenyi, che ha annunciato di aver depositato ieri 3 Gennaio la propria richiesta di cittadinanza ungherese presso l’Ambasciata magiara a Bratislava. Lo aveva anticipato due giorni prima, affermando essere suo dovere morale farlo, quale presidente dell’unico partito etnico-ungherese in Slovacchia. Dopo di che, si dice anche pronto a votare alle elezioni ungheresi. Bereny ha affermato di non essere preoccupato di perdere la propria cittadinanza slovacca, dato che la Coalizione che governa attualmente a Bratislava ha annunciato di voler cambiare la norma, e la sua domanda non potrà essere accettata dalle autorità ungheresi prima di tre o quattro mesi, giusto il tempo per le modifiche annunciate dal Governo slovacco. Si aspetta dunque di poter mantenere in futuro due cittadinanze.

Al momento le autorità slovacche non hanno alcuno strumento per scoprire se una persona ha acquisito la cittadinanza di uno Stato estero, è il soggetto in questione che ha il dovere di informarne l’ufficio distrettuale locale. Se invece viene scoperto, rischia una multa di 3.300 euro. Il Governo slovacco, comunque, ha intenzione di modificare la normativa attuale (approvata dal precedente Governo col sostegno esterno dei Cristiano-Democratici / KDH, allora all’opposizione) nel corso del mese di Febbraio.

Il leader dell’altro partito vicino alla minoranza magiara, Bela Bugar di Most-Hid, ha confermato di non avere alcun interesse alla cittadinanza ungherese. «Ricordo che [Miklos] Duray [di SMK], quando l’Ungheria ha adottato l’atto, disse in Parlamento che l’SMK non voleva questo. Né [il partito di Governo ungherese] Fidesz si era reso conto di cosa aveva fatto», ha detto Bugar. «Non fa nulla, ora andremo a sistemare le cose», ha aggiunto il capo di Most-Hid.

(Fonte TASR, Sme)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google