Sanità: presto la Slovacchia potrebbe essere a corto di medici

Nella Repubblica Ceca il sindacato dei medici ha lanciato una campagna chiamata «Grazie, ce ne andiamo». Secondo il sindacato, un quarto dei medici del Paese hanno già presentato le dimissioni perché i loro salari sono troppo bassi e hanno in programma di ricominciare in Germania. Questo avrà conseguenze negative anche per la Slovacchia, avverte il quotidiano Pravda. I medici tedeschi sono attratti dalle promesse di una vita migliore in Svezia, e i loro posti sono rilevati da personale dalla Slovacchia. Quel che che tutti hanno in comune è che sentono di non ricevere una retribuzione adeguata a casa propria. Purtroppo non ci sono laureati in medicina che decidono di venire a lavorare in Slovacchia, con l’eccezione di una coppia di ucraini.

L’apertura dei mercati del lavoro in Austria e in Germania, dal Maggio 2011, rafforzerà ancora di più questa tendenza. Le dimissioni del 25% dei medici cechi dovrebbe essere un monito per la Slovacchia. I medici hanno in generale il sostegno dei cittadini. Oltre il 50% dei cechi pensano che gli stipendi dei medici dovrebbero essere raddoppiati. Non ci sono dubbi che anche i medici slovacchi se lo meritano. Sono pagate meno degli artigiani, il che, afferma il giornale, è davvero intollerabile. Se non facciamo davvero attenzione, presto saremo a corto di medici.

(Fonte Pravda)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.