Eurojust scagiona la Polizia slovacca per l’operazione in Turchia

Ladislav Hamran, rappresentante della Slovacchia presso Eurojust, l’organizzazione dell’Unione Europea per la lotta alla grande criminalità organizzata, ha lodato Venerdì il lavoro degli investigatori e delle forze di Polizia che hanno preso parte all’operazione volta a catturare una banda di trafficanti di droga in Turchia, come ha informato Svetlana Mockova, portavoce del Procuratore generale. Hamran informerà la leadership di Eurojust sul corso dell’operazione e si consulta possibile la comunicazione tra le organizzazioni internazionali e gli istituti e le autorità competenti slovacche, nonché con la leadership di Eurojust.

«Sta diventando una procedura comune in Slovacchia, per i giornalisti irresponsabili, di deridere il lavoro delle autorità slovacche per qualsiasi cosa… che siano agenti di Polizia, Pubblici ministeri e giudici. Assicuro i cittadini slovacchi che, nonostante le informazioni passae nei media, che quasi sempre valutano negativamente il nostro lavoro, non abbiamo ben saldo il timone nella lotta contro la criminalità», recita il comunicato emesso dall’ufficio del Procuratore generale.

La scorsa settimana era finita sui media l’operazione di Polizia internazionale nella quale gli agenti slovacchi avevano avuto grande parte, avendo tracciato un camion ceco dalla città slovacca di Dunajsta Streda (regione di Trnava) fino ad Istanbul (Turchia), dove il carico contrabbandato, sostanze altamente volatili e pericolose utilizzate nella produzione di eroina, doveva incastrare i trafficanti, cosa che invece non è avvenuta. L’operazione è fallita e l’ignaro camionista è stato arrestato dalla Polizia turca, passando quattro giorni, incluso il Natale, in carcere, e poi espulso dal Paese con il divieto di rientrarvi per un anno, nonostante accordi che la Polizia slovacca e Eurojust dicono fossero stati presi con le autorità di Istanbul. Il camionista sta ora rischiando di perdere il lavoro, perchè lo spedizioniere per il quale lavora è specializzato in trasporti verso la Turchia.

(Fonte TASR)

Foto Matthias Rhomberg@flickr

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.