Raccogliere funghi a 300 metri sottoterra? In Alta Nitra è normale

La stagione dei funghi si può sicuramente considerare finita, ma in certe località slovacche i funghi sono ancora in fase di raccolta, scrive il quotidiano Pravda. Si tratta di siti sotterranei, un tempo miniere, dove saranno raccolti tonnellate di funghi ostrica, qualcosa come 300 metri sotto terra. «La raccolta di funghi nelle miniere è cosa rara, non solo in Slovacchia ma in tutta l’Europa. Questa attività mineraria non tradizionale è iniziata dopo la Rivoluzione di Velluto, che ha portato a cali della produzione mineraria e alla chiusura di giacimenti di carbone. Pensando a come utilizzare le gallerie minerarie, il management ha avuto l’idea di creare zone di coltivazione per funghi», ha detto la portavoce delle miniere dell’Alta Nitra (le Hornonitrianske bane Prievidza), Adriana Sivakova. Un’attività certo più rilassante che non scavare carbone o altri minerali.

La temperatura controllata, l’umidità e l’aerazione delle gallerie sotterranee sono perfette per i funghi, e l’esperimento iniziale si è presto trasformato in una produzione di massa. Alla fine degli anni Novanta venivano raccolte ogni anno circa 50 tonnellate di funghi. La quantità è però scesa ora a 15 tonnellate l’anno a causa della riapertura in alcune zone delle attività minerarie.

(Fonte Pravda)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.