Il fratello maggiore di Andy Warhol muore a 85 anni

John Warhola, il fratello maggiore che ha contribuito in maniera determinante ad erigere il mito dell’artista Andy Warhol, e poi ha contribuito alla creazione del museo Andy Warhol di Pittsburgh, in Pennsylvania, è morto all’età di 85 anni alla Vigilia di Natale, dopo aver combattuto a lungo contro la polmonite in un ospedale di Pittsburgh. Warhola era uno dei tre membri fondatori della Andy Warhol Foundation for the Visual Arts, di cui è stato vicepresidente per 20 anni.

Dopo la morte del padre Andrij Warhola, nel 1942, John ha allevato suo fratello minore Andy (nato Andrew Warhola), allora quattordicenne, e gli ha fatto frequentare il college. Il padre era emigrato negli Stati Uniti dalla Slovacchia nel 1914, dal villaggio di Mikova, nella regione di Presov, presso la cittadina di Medzilaborce, dove esiste dal 1991 un Museo Andy Warhol, aperto dalla stessa Fondazione. «Mio nonno disse a mio padre: “Il tuo ruolo è quello di prenderti cura di Andy e assicurarti che vada a scuola, perché un giorno avrà successo”», ha detto il figlio di John, Donald Warhola al Pittsburgh Post-Gazette.

Andy Warhol ha frequentato la Scuola di Belle Arti prima di divenire critico e artista di grande successo commerciale, conosciuto per il suo stile pop e per le icone di celebrità come Marilyn Monroe, oltre che per l’utilizzo ossessivo nelle sue opere di prodotti di massa del consumismo dell’era moderna americana, come i barattoli di zuppa Campbell’s. Warhol li considerava simboli di democrazia sociale, in quanto chiunque, anche il più povero, ha la possibilità di bere la stessa Coca Cola che bevono il Presidente degli Stati Uniti o Liz Taylor, diceva.

«Andy si affidava a mio padre come a una figura paterna», ha detto Donald Warhola, ricordando la responsabilità del padre nella fondazione Warhol. «Era orgoglioso di esserne il vicepresidente, e ne ha davvero assunto il ruolo di storico».

Andy Warhol, pittore, scultore, regista e produttore cinematografico statunitense, figura predominante del movimento pop art americano, era nato a Pittsburgh nel 1928, e morì a New York 58enne nel 1987, a seguito delle complicanze di un intervento chirurgico alla cistifellea.

(Fonte Pittsburgh Post, La Redazione)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*