Simon: 2010 l’anno più complicato in agricoltura dall’adesione all’UE

L’anno 2010 è stato il «più complicato per l’agricoltura [slovacca], da quando il Paese ha aderito all’Unione Europea», , ha affermato il Ministro dell’Agricoltura Zsolt Simon ieri. «Il settore agricolo sarà in rosso in parte a causa delle diverse catastrofi naturali che hanno colpito la Slovacchia, come le inondazioni e le cose lasciate indietro dal precedente Governo e le sue decisioni senza visione… penso che le perdite nel 2010 raggiungeranno lo stesso livello dell’anno scorso», ha detto Simon. Le misure sbagliate del Governo di Robert Fico in campo agricolo sono culminate nel 2009, quando il settore ha sofferto una perdita di 103 milioni, ha detto Simon.

Il Ministro considera, quale principale risultato dei suoi sei mesi in carica, il fatto che l’89% delle richieste di fondi degli agricoltori slovacchi sono state coperte. «In totale abbiamo pagato 342 milioni di euro, che è una discreta prestazione rispetto al nostro piano di 355 milioni», ha detto il Ministro.

Simon ha evidenziato il fatto che la Slovacchia ha aderito con altri sei Paesi europei in un’iniziativa che chiede una riforma della politica agricola comune (PAC) dell’UE, con «l’introduzione di nuovi criteri obiettivi per i sussidi, mantenendo il sistema di pagamento unificato per area, a due pilastri, della PAC», ha detto.

(Fonte TASR)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.