L’Antitrust slovacco multa Slovnaft per 9 milioni

L’Ufficio anti-monopolio (PMU) slovacco ha imposto il 15 Dicembre una multa di oltre 9 milioni di euro alla raffineria Slovnaft per la discriminazione che l’Ufficio avrebbe rilevato nella vendita all’ingrosso di carburanti in Slovacchia, ha fatto sapere il portavoce di PMU Vladimir Ferko. PMU ha scoperto che Slovnaft addebitava ai propri clienti prezzi su base individuale, nel 2005-2006 per il gasolio e nel 2006 per la benzina. Le decisioni sui prezzi erano basate sulla volontà dei clienti di pagare, e sulla possibilità che sarebbero passati alla concorrenza.

Come risultato, i prezzi per i singoli clienti erano molto variegati, e coloro che non avevano grandi chances con la concorrenza si sono visti aumentare i prezzi senza alcun motivo.

I rappresentanti di Slovnaft, che gode di una posizione dominante nel Paese nel mercato all’ingrosso di carburanti, sono in totale disaccordo con i fatti contestati da PMU, e dicono che la società, che fa parte del gruppo petrolifero ungherese MOL, farà appello contro la decisione entro i 15 giorni previsti dalla legge. La Slovnaft ritiene i 9 milioni di multa assolutamente sproporzionati e ingiustificati, e il suo portavoce Anton Molnar dice che PMU ha male interpretato la politica di vendita di Slovnaft.

Secondo Molnar, l’approccio di Slovnaft non ha avuto alcun impatto sul mercato ed era in conformità con la legge slovacca, nonché con la prassi internazionale delle società che gestiscono la stessa attività all’estero.

(Fonte TASR)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*